Serie manga finite: The earl and the fairy

E ritorniamo a parlare di manga!

THE EARL AND THE FAIRY

Questa serie è stata pubblicata in Italia dalla Flashbook, ed è composta da "soli" 4 volumi (con sovracoperta al prezzo di € 5,90).
I disegni sono di Ayuko, mentre la storia è di Mizue Tani.

La curiosità di leggere e avere fra le mani questo titolo, è nato semplicemente dall'aver visto l'anime "Hakushaku to Yousei": serie in 12 episodi datato 2008.

La storia mi è subito piaciuta per l'ambiente inglese ottocentesco e per l'argomento "fatato"^^: la nostra protagonista, Lydia, è una fanciulla dai lunghi capelli rossi e occhi verdi che ha il dono di vedere le fate.
Questo potere lo ha ereditato dalla madre, e dalla stessa genitrice ha ereditato anche il "mestiere" di "FAIRY DOCTOR" ossia di dottore delle fate, a diciamo che i suoi servigi non sono molto richiesti....
Ma le cose cambiano quando si trova a stretto contatto con uno strano tizio di nome Edgar.
Esgar è affascinante, un biondo gentiluomo dagli occhi viola che sa ammaliare le persone con i suoi modi e la sua affabulazione, e si presente come discendente del Cavalierei Blu, Conte e Signore del Paese delle Fate: 
innanzi a una presentazione del genere, come si comporterà la nostra Lydia?
Finalmente una persona che crede (almeno) nelle fate e in questo mondo particolare...... ma le cose non vanno subito nella dritta situazione.
Infatti, Edgar per poter essere nominato Cavaliere Blu innanzi a tutta la società inglese, deve ritrovare la Spada sacra, e la ricerca si fa pericolosa perchè anche altre persone ne sono alla ricerca...... e anche queste altre persone sono alla ricerca dei servigi di Lydia.
Inoltre, tra le varie vicissitudini, si viene a scoprire chi è veramente Edgar..... sopratutto la sua storia triste e piena di dolore che si viene a raccontare con l'ultima parte della storia.

I caratteri dei due protagonisti si combaciano e si differenziano in modo egregio (e anche scontato^^):
quanto Edgar è diretto, doppiogiochista e disposto a tutto pur di arrivare al suo scop, Lydia si dimostra ottimista, candida e "credulona" nel fatto che non potrà mai temere nulla dal suo prossimo, anche se si tratta di un'assassino, una vera e proprio ingenua della vita!
Ma dal lato opposto, quanto Lydia si dimostra pronta ad accettare la realtà e crudeltà della vita e a dare a tutti una seconda (terza, quarta, quinta possibilità ecc ecc) tanto Edgar si dimostra chiuso, solo e "stanco" di continuare a vivere una vita senza un vita (scusate il doppio uso della parola^^).
 Ovviamente tra l'anime e il manga ci sono alcune differenze di fondo, sopratutto gli spazi comici e "affettuosi" tra i due protagonisti (ovvio che tra i due doveva nascere qualcosa..... sopratutto da parte di lui) e tra il terzo incomodo, il gatto fatato Nico^^.
Altri due personaggi importanti per capire lo stato e il carattere di Edgar sono Raven e la sua sorellastra Ermine: si presentano come servitori del Conte, ma via via che la storia si sviluppa, capiamo che sono molto di più...... anche loro hanno condiviso insieme ad Edgar una vita tragica e misera.


Che dire, una storia semplice, senza tante pretese, sopratutto per quegli amanti degli shojo romantici con un pizzico si avventura.

Alla prossima^^
(anche perchè nel frattempo ho finito altre serie e ne ho iniziate  un paio......).





Commenti

Post popolari in questo blog

Ovetti di Pasqua all'uncinetto.

Shibori: tecnica giapponese di tintura.

Palline decorative all'uncinetto^^......