Gennaio 2012: punto della situazione sui manga.

Bene^^!
Anno nuovo e .... i manga?! Vecchie serie o nuove? A che punto sono?

Con questo post, oggi ho deciso di fare una sorta di "punto della situazione" sulle varie serie che ultimente seguo, sopratutto su quelle che sono (con mio sommo piacere^^) arrivate alla conclusione.
E mi stò accorgendo che non sono poche^^.....

Allora, iniziamo con queste quattro serie:




Credo che due serie siano ampiamente conosciute^^, se non altro perchè hanno riempito le giornate di noi "piccoli" studenti delle superiori con le loro serie animate, ossia "Sailor Moon" e "Ken il Guerriero".


Ma iniziamo con ordine!
La prima serie portata a termine è "Alice in Heartland": la storia è di Quin Rose, i disegni di Soumei Hoshino, composta da 6 volumi, è edito dalla GP.
Come si evince dal titolo, questo manga si basa sulla storia di "Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie" di Lewis Carrol: c'è appunto Alice, il Bianconiglio con il suo orologio, il Cappellaio Matto, i gemelli, la Regina di Cuori ecc ecc.... ma  attenzione! E' un manga, quindi il tutto è rivisitato secondo il particolare "gusto e cervellino" dei giapponesi quindi dimenticatevi tutti i personaggi buffi di Lewis e trasformateli in aitanti e bellissimi "giovani" uomini!
"Perchè?", direte voi......  perchè questa storia si basa su un' otome game: ossia un videogioco appositamente per il mondo femminile, in cui uno degli obiettivi principali, è quello di sviluppare una relazione romantica tra il giocatore (che fa la parte della protagonista) e uno dei numerosi personaggi maschili.
In poche parole la nostra Alice "moderna" (è una tipa tosta^^, che dice quello che pensa e che ha subito una forte delusione d'amore), viene rapita dal Bianconiglio Peter (un bel fanciullo con orecchie conigliose) e portata nel mondo di Heartland. Quì, le ruba un bacio in cui le fa bere una pozione, Alice si trova a gestire un gioco particolare: deve affrontare le diverse regole e i diversi personaggi del mondo e interagire con loro. Ben presto si accorgerà che gli abitanti non hanno un cuore ma un'orologio all'interno del petto, e non hanno nessun rispetto per la vita.
Tutti i protagonisti maschili, sono violenti e attacabrighe, si combattono tra di loro e sono pieni di armi, suddivisi in fazioni: per esempio, il Cappellaio Matto è un boss della mafia, e la Regina di Cuori alla fine si dimostra meno tagliateste di quella della Disney!!!
Comunque, alla fine tutti i bei fanciulli si innamorano di lei^^....e alla fine sceglie^^ ma non vi dico chi..
Che dire: la serie non è niente male, se non altro per l'originalità, e anche il disegno mi piace molto, ma...... alla fine vengono lasciate non chiarite molte questioni: il 5° volume mette una certa pulce nell'orecchio e anche una scena particolare del 6°, ma sinceramente non ho capito dove vuole andare a parare. Quindi lo consiglio solo a chi è appassionato del genere o vuole avere un momento di svago: propongo di sfogliarlo in fumetteria e poi decidere sul momento. 
C'è anche una 2° serie (Alice: my fanatic Rabbit) con gli stessi personaggi, ma ho preferito non prenderlo per queste motivazioni: 1) il tratto è diverso dalla prima serie e non mi aggrada; 2) sinceramente vedere se nasce una seconda scelta da parte della nostra protagonista non mi interessa proprio. 
Cattivella XDDDD?!?!?! 


Passiamo alla seconda serie: "N.Y. Komachi", di Waki Yamato, in 8 volumi e edito dalla GP.
Premetto che sono di parte: io adoro letteralmente la Waki sin dai tempi del cartone animato "Mademoiselle Anne" (tratto dall'omonimo manga "Una Ragazza alla Moda" uscito in Italia in due edizioni della Star Comics), quindi non potevo non buttarmi su questa serie.
La prerogativa della Waki è di ambientare le sue serie agli inizi del '900, nel momento in cui il paese del Sol Levante viene presa di mira dalle "esigenze" espansionistiche e commerciali (soprattutto) dei paesi occidentali.
Quì, un padre decide di far crescere la sua primogenita come un maschio, per farle così ereditare l'attività, ma succede un'intoppo..... con le sue seconde nozze nasce l'erede maschio!!!! Che fare??? Semplice, sei nata donna..... ritorni a fare la donna!
Detta così sembra facile, ma Shino non è assolutamente d'accordo: se prima era lei/lui che poteva decidere della sua vita, adesso lei/lei deve prendere marito e mettere al mondo figli sani e forti. Inoltre essendo cresciuta come uomo le è assolutamente ignoto tutto quello che è la vita di una donna.
Ovviamente questo aspetto non le interessa proprio, finchè non si ritrova davanti in affascinante biondo americano Daniel Irving.... e tra i due scoppierà l'amore! Ok, la storia è alquanto banalotta, ma quello che è interessante è le vicissitudini, le passionie tutto quello che la nostra eroina si troverà ad affrontare per essere accettata come donna orientale che strizza l'occhio alle idee occidentali.
Quindi, consigliato vivamente a coloro che adorano il genere shojo in costume, ma pieno di siparietti comici, drammatici e romantici^^.


La terza serie: "Ken il guerriero: le origini del mito", di Tetsuo Hara (disegni) e Buronson (storia), in 44 volumi edito da Planet Manga/Panini.
Allora.... quì il mio commento sarà breve ma intenso!!!!
Sinceramente, non vedevo l'ora che finisse!!!!!! 44 volumi stile "sottiletta" sono tantissimi e la durata esagerata (ok che l'uscita era in contemporanea con il Giappone, ma 7 anni è troppo!) per una storia che non ha nulla a che vedere con il mito di "Hokuto no Ken". 
Ovviamente la storia è precedente all'avvento funesto di Ken il Guerriero, la bomba atomica, e ci troviamo nella Shanghai degli anni '30, dove la città è immersa in una guerra tra bande mafiose. Il protagonista si chiama KenShiro, e si tratta dello "zio" del ben più famoso discendente e lo vediamo districarsi tra la ricerca delle sue orgini e quella di altri guerrieri della scuola (ci troviamo davanti anche gli antenati della scuola di Nanto) e del perchè tutto è nato. 
Di tutta questa accozaglia di eventi (non per dire..... ma vedere una probabile Julia essere un capo mafioso mi ha fatto rabbrividire >_<..... ) salvo i disegni: sono delle vere e propie illustrazioni! Ogni singola pagina è curata nei minimi dettagli, sia nel taglio delle scene e delle inquadrature che nella realizzazione.
Quindi, consigliata hai veri patiti e adoranti di Ken il Guerriero (il vero!).


E si conclude con la quarta serie, la più attesa: "Pretty Guardian Sailor Moon", di Naoko Takeuchi 12 volumi edito dalla GP.
E' la più attesa perchè uscì per la prima volta in Italia quasi in contemporanea alla serie animata nel 1995 dalla Star Comics, in 49 volumi formato "sottiletta"....... sinceramente all'epoca non mi interessava proprio per via del formato e per i troppi volumi, e anche perchè alcune parti della storia non mi piacevano.... ma il tempo cambia le cose^^!
Infatti, quando ci si informa e si scopre che la storia del manga è in parte diversa e molto più particolare della serie animata, a volte si dice "Mannaggia! Perchè non l'ho presa!", ma per fortuna è stata recuperata ampiamente^^, e anche in un'edizione più comoda e meno voluminosa XDDDDDDD.
Direi che è imperdibile per tutti gli appassionati del genere, ossia della studentessa che si trasforma per difendere la giustizia, l'amicizia e l'amore.

Ai prossimi manga^^!



Commenti

Post popolari in questo blog

Ovetti di Pasqua all'uncinetto.

Shibori: tecnica giapponese di tintura.

Palline decorative all'uncinetto^^......